Ehi bambini, che bello! Finalmente è Venerdì e domani andiamo a fare una gita tutti assieme! Dove andiamo? Al mare, al lago, in montagna?

Quasi quasi sento in lontananza Heidi che fa ” Le caprette ti fanno ciao” , ma ciao proprio!!!


Perché manco ho finito di annunciarlo che uno di loro  fa “mamma, mi fa male la gola quando ingoisco!” “INGOISCO? Si dice ingoio, quante volte te lo avrò detto che si dice I N G O I O! Vieni, vieni qui, prendiamo l’iphone e illuminiamo questa gola, ehi, ma tu scotti?!”

La persona di sesso maschile (che poi sarebbe il padre) sgrana gli occhi e coglie il lato positivo ” il calcio su Sky, sarà fantastico questo weekend”, cioè, non che lo dica ma forse, lo pensa.

Paracetamolo, spray nasali e aerosol si mettono in fila indiana e marciano rendendosi disponibili sino al lunedì, quando il pediatra svelerà quale batterico mostro si è impossessato del mio sabato e domenica…ehm, intendevo dire del bambino.

Così, tra uno starnuto e un vomito, la febbre è sempre più alta e il cruccio arriva puntuale ” Guardia Medica o pronto soccorso?”

” Ma no, risponde il tifoso, magari andiamo lì e si becca mille altre malattie, teniamolo qui al calduccio”.

E allora, ecco che la petizione creata da Giovanna Romeo, trova un consenso di oltre 14mila persone che richiedono l’assistenza pediatrica 24 ore su 24. Tra queste c’è pure la mia firma. In pratica, si tratterebbe, di avere a disposizione un pediatra nella sede della guardia medica, dal lunedì al venerdì dalle 20 alle 8 e dal sabato mattina al lunedì con festivi e prefestivi inclusi.

La petizione, rivolta al Presidente della Repubblica, del Consiglio e al Ministro della Salute,  spiega che lo Stato, in termini di costi, andrebbe pure a risparmiare in quanto si ridurrebbero gli interventi del 118 e gli accessi ospedalieri.

La serenità di godere di una visita accurata e mirata a sconfiggere tutti i mostri anti-weekend sicuramente rasserena e fa sperare nella gita del prossimo fine settimana. Si sa, per noi mamme, la speranza è ultima a morire!

Questo è il link per accedere alla petizione perciò se sei inguaiata pure tu, clicca forte su FIRMA QUESTA PETIZIONE e condividi con le mamme sfigatelle che conosci.

Buon weekend!